FONDAZIONE
FOTOGRAFIA MODENA

Collezione Italiana

GLI ARTISTI
A-D
F-J
L-P
R-V
Anna Pavone
1989, Sassuolo (MO)
Bio
Presente in mostre

Diplomata in Grafica Pubblicitaria presso l’istituto artistico A. Venturi di Modena, frequenta il master sull’immagine contemporanea di Fondazione Fotografia Modena. Nella sua ricerca dà voce, attraverso la fotografia e il video, alle diverse espressioni della fragilità umana.

Il video Things I love I’m allowed to keep (2014) riflette sull’atto del prendersi cura: nel video si vedono mani maschili mentre asciugano dei minuscoli e delicati fiorellini gialli. Una scena apparentemente insignificante, che acquista un valore simbolico: sono infatti i gesti più piccoli e discreti quelli che hanno un’eco più sonora. Il video vuole parlare di questo: di quest’azione breve, ma sentita, vuole parlare della cura vissuta come un bisogno, percepita come un’urgenza, come un piccolo rito indispensabile, un’esperienza assolutamente universale, non unicamente femminile.

A tal proposito risulta significativa per l’artista questa citazione dalla serie tv Call the Midwife: “Il mondo è pieno di amore taciuto. Ciò non significa che venga sentito meno profondamente o che la separazione lasci una ferita più pulita. La sua bellezza… e il suo dolore giacciono nel suo silenzio. Alcuni di noi non sono così fortunati da ricevere rivelazioni o confessioni. L’amore non si può dire, si può solo mostrare. E tutto ciò che fa battere il cuore deve essere messo sotto silenzio.”

The Summer Show 2014

Us

12 giugno | 29 giugno 2014

Vai alla mostra >

The Summer Show 2013

Commencement

4 luglio | 14 luglio 2013

Vai alla mostra >

Anna Pavone
Things I love I’m allowed to keep, 2014
video, colore, sonoro
© l’artista