Ghigo Roli
1956, Modena
Bio
Presente in mostre

Dopo gli studi classici e di architettura, nel 1977 si dedica professionalmente all’attività fotografica, prima in ambito teatrale quindi dal 1980 al reportage di viaggio. Roli collabora con l’Istituto Geografico De Agostini ed entra nello staff della rivista «Atlante» (1983) e si specializza in vari ambiti: dalla fotografia di paesaggio al reportage etnografico, architettonico e artistico, dalla fotografia naturalistica a quella aerea, dalla riproduzione di opere antiche, alla fotografia panoramica orbicolare. Nel 1988 inizia la collaborazione con il Touring Club Italiano e nel 1993 diventa giornalista pubblicista firmando spesso i testi dei suoi reportage. Roli ha all’attivo oltre trenta libri fotografici, guide turistiche, servizi per riviste geografiche nonché diverse immagini di copertina apparse sulle maggiori testate periodiche italiane e alcune importanti testate estere. Numerose le esposizioni personali e collettive, di cui l’ultima a Berlino “Soul Wisper” (Ketterer Kunst, 2013).

Modena e i suoi fotografiModena e i suoi fotografi

dal Dopoguerra agli anni Novanta

12 aprile - 2 giugno 2014

Vai alla mostra >

Opere in mostra

Ghigo Roli

L’uomo della pioggia, 1995

stampa inkjet, 450 x 300 mm

© l’autore

Ghigo Roli

Lo spettacolo di burattini, 1995

stampa inkjet, 450 x 300 mm

© l’autore