FONDAZIONE
FOTOGRAFIA MODENA

Collezione Internazionale

GLI ARTISTI
A-D
E-H
I-L
M-P
R-W
Y-Ż
Ishmael Randall Weeks
1976, Cusco, Perù
Bio
Presente in mostre

Partendo da tematiche ecologiche e ambientaliste, Ishmael Randall Weeks compone opere dal tono visionario, ironiche e profondamente critiche ma al tempo stesso fiduciose nelle possibilità di
rigenerazione dell’uomo come della natura.

Girato in 16mm nel distretto peruviano di Chorrillos, a sud di Lima, il video **Volquete** (2010) mostra un camion che riversa sul crinale di una collina 200 giovani alberi, ancora incartati negli involucri del vivaio. Le piante cadono e rotolano come se fossero tanti corpi inerti rivelando l’insensatezza dell’azione: sull’unico albero rimasto in piedi, gracile e instabile anch’esso, è riposta la speranza di una crescita futura.

Alla relazione tra architettura e utopia del costruire è dedicata l’installazione **Tensiones II** (2010), composta da una serie di immagini appese a cavi d’acciaio. Riprodotte mediante la tecnica del foto-transfer (fotocopiate e successivamente trattate con particolari resine), le immagini mostrano le
strutture di edifici progettati negli anni cinquanta da architetti come Frei Otto e Félix Candela. Immortalate ancora in fase di cantiere, le loro opere sono frutto di sperimentazioni sulle coperture e sugli impianti strutturali, divenute negli anni icone di un modernismo di matrice concettuale associato
a nuove idee di progresso tecnologico. Nelle immagini di Randall Weeks non c’è però né la grandezza né la maestosità delle costruzioni: i particolari strutturali, cancellati nella riproduzione e nel taglio spesso ravvicinato dell’immagine, non sono più leggibili rendendo quasi irriconoscibile l’identità stessa dell’organismo architettonico e il significato logico-funzionale delle sue parti. Appese a cavi d’acciaio, quasi fossero stampe fotografiche appena uscite dalla camera oscura, esse richiamano piuttosto l’intenso processo dell’ideazione così come le contraddizioni tra le aspettative progettuali e la realtà effettiva degli edifici.

Decimo Parallelo Nord

Fotografia contemporanea da India e Sudamerica

19 febbraio | 29 aprile 2012

Vai alla mostra >

Ishmael Randall Weeks
Tensiones II (Félix Candela – Frei Otto), 2010
installazione: cavi d’acciaio, tensori, ganci; 5 foto-transfer
dimensioni variabili
© l’artista

Ishmael Randall Weeks
Tensiones II (Félix Candela – Frei Otto), 2010
installazione: cavi d’acciaio, tensori, ganci; 5 foto-transfer
dimensioni variabili
© l’artista

Ishmael Randall Weeks
Tensiones II (Félix Candela – Frei Otto), 2010
installazione: cavi d’acciaio, tensori, ganci; 5 foto-transfer
dimensioni variabili
© l’artista

Ishmael Randall Weeks
Tensiones II (Félix Candela – Frei Otto), 2010
installazione: cavi d’acciaio, tensori, ganci; 5 foto-transfer
dimensioni variabili
© l’artista

Ishmael Randall Weeks
Tensiones II (Félix Candela – Frei Otto), 2010
installazione: cavi d’acciaio, tensori, ganci; 5 foto-transfer
dimensioni variabili
© l’artista

Ishmael Randall Weeks
Tensiones II (Félix Candela – Frei Otto), 2010
installazione: cavi d’acciaio, tensori, ganci; 5 foto-transfer
dimensioni variabili
© l’artista

Ishmael Randall Weeks
Tensiones II (Félix Candela – Frei Otto), 2010
installazione: cavi d’acciaio, tensori, ganci; 5 foto-transfer
dimensioni variabili
© l’artista

Ishmael Randall Weeks
Volquete, 2010
video, colore, sonoro
1ʹ 36ʹʹ
produzione: Maxi Holland
operatori: Maxi Holland, Alexander Houthon, Mitsuo Maruyama
editing: Maxi Holland
© l’artista

Ishmael Randall Weeks
Volquete, 2010
video, colore, sonoro
1ʹ 36ʹʹ
produzione: Maxi Holland
operatori: Maxi Holland, Alexander Houthon, Mitsuo Maruyama
editing: Maxi Holland
© l’artista

Ishmael Randall Weeks
Volquete, 2010
video, colore, sonoro
1ʹ 36ʹʹ
produzione: Maxi Holland
operatori: Maxi Holland, Alexander Houthon, Mitsuo Maruyama
editing: Maxi Holland
© l’artista

Ishmael Randall Weeks
Volquete, 2010
video, colore, sonoro
1ʹ 36ʹʹ
produzione: Maxi Holland
operatori: Maxi Holland, Alexander Houthon, Mitsuo Maruyama
editing: Maxi Holland
© l’artista