FONDAZIONE
FOTOGRAFIA MODENA

Collezione Internazionale

GLI ARTISTI
A-D
E-H
I-L
M-P
R-W
Y-Ż
Július Koller
1939, Piešt’any - 2007, Bratislava
Bio
Presente in mostre

Július Koller (Piešt’any, 1939 – Bratislava, 2007) è tra le figure più interessanti dell’arte contemporanea mitteleuropea, il cui lavoro è stato importante fonte d’ispirazione e riferimento per numerosi artisti e intellettuali. Già promotore di un modello artistico atto a coinvolgere e stimolare le persone verso nuove occasioni di pensiero attivo attraverso il contatto diretto con la realtà, dal 1970, dopo la repressione della Primavera di Praga, Koller sviluppa il concetto di U.F.O. (Universal Futurogical Operations), molteplice acronimo con cui propone situazioni culturali dal valore universale, orientate al futuro e volte a creare condizioni di vita più consapevole. Il suo lavoro è stato esposto alla Biennale di Venezia e alla Biennale di San Paolo, alla Tate Modern di Londra, al Kölnischer Kunstverein di Colonia, al MUMOK di Vienna, al Centre George Pompidou di Parigi.

10 years old

2007-2017: il racconto del mondo nelle opere delle collezioni fotografiche della Fondazione Cassa di risparmio di Modena

11 marzo - 30 aprile 2017

Vai alla mostra >

Storia Memoria Identità

Fotografia contemporanea dall'Est Europa

12 dicembre | 21 marzo 2010

Vai alla mostra >

Július Koller
U.F.O.-naut J.K. (U.F.O.), 1970
gelatina ai sali d’argento
48 x 35 cm
© l’artista

Július Koller
Flying Cultural Situation (U.F.O.), 1983
gelatina ai sali d’argento
32 x 49 cm
© l’artista

Július Koller
Záhadná kultúrna situácia 2 (U.F.O.) (Mysterious Cultur Situational), 1988
gelatina ai sali d’argento
59,8 x 49,8 cm
© l’artista

Július Koller
Záhadná kultúrna situácia 1 (U.F.O.) (Mysterious Cultural Situation), 1988
gelatina ai sali d’argento
59,8 x 49,8 cm
© l’artista