FONDAZIONE
FOTOGRAFIA MODENA

Collezione Italiana

GLI ARTISTI
A-D
F-J
L-P
R-V
Mimmo Jodice
1934, Napoli
Bio
Presente in mostre

Mimmo Jodice nasce nel 1934 a Napoli, dove vive e lavora. Nel 1980 pubblica “Vedute di Napoli” che segna una svolta nel suo linguaggio e contribuisce a fornire una nuova visione del paesaggio urbano e dell’architettura. Dal 1970 al 1996 è stato docente di fotografia all’Accademia di Belle Arti di Napoli. Nel 2003 l’Accademia dei Lincei gli ha conferito il prestigioso premio Antonio Feltrinelli per la prima volta assegnato alla fotografia. Nel 2006 l’Università degli Studi Federico II di Napoli gli conferisce la laurea honoris causa di architettura.

10 years old

2007-2017: il racconto del mondo nelle opere delle collezioni fotografiche della Fondazione Cassa di risparmio di Modena

11 marzo - 30 aprile 2017

Vai alla mostra >

Mimmo Jodice

Arcipelago del mondo antico

12 settembre 2014 - 11 gennaio 2015

Vai alla mostra >

Uno

Basilico, Fontana, Ghirri, Jodice, Vaccari

29 marzo | 24 maggio 2009

Vai alla mostra >

Mimmo Jodice
Anfiteatro romano, Capua, 1992
stampa al bromuro d’argento
58 x 48 cm
© l’artista

Mimmo Jodice
Volto Atleta, Ercolano, 1986
stampa al bromuro d’argento
56 x 48 cm
© l’artista

Mimmo Jodice
Atleti dalla Villa dei Papiri, 1986
stampa al bromuro d’argento
55 x 49 cm
© l’artista

Mimmo Jodice
Atena, Napoli, 2008
stampa al bromuro d’argento
60 x 48 cm
© l’artista

Mimmo Jodice
Compagno di Ulisse, 1993
stampa al bromuro d’argento
58 x 48 cm
© l’artista

Mimmo Jodice
Tetrapilo, Palmira, 1993
stampa al bromuro d’argento
48 x 56 cm
© l’artista

Mimmo Jodice
Antro della Sibilla, Cuma, 1993
stampa al bromuro d’argento
57 x 48 cm
© l’artista

Mimmo Jodice
Galata ferito, 1993
stampa al bromuro d’argento
50 x 60 cm
© l’artista

Mimmo Jodice
Bronzo romano, 1993
stampa al bromuro d’argento
60 x 50 cm
© l’artista

Mimmo Jodice
Teatro, Jerash, 1993
stampa al bromuro d’argento
46 x 56 cm
© l’artista

MASTER SULL’IMMAGINE CONTEMPORANEA

invia la tua candidatura per il
MASTER SULL’IMMAGINE CONTEMPORANEA
ENTRO IL 30 GIUGNO