FONDAZIONE
FOTOGRAFIA MODENA

Collezione Internazionale

GLI ARTISTI
A-D
E-H
I-L
M-P
R-W
Y-Ż
Wong Hoy Cheong
1960, Georgetown, Malesia
Bio
Presente in mostre

Wong Hoy Cheong crea opere dense di contenuti sociali avvalendosi di linguaggi diversi. Esposto nel 2003 alla Biennale di Venezia RE:looking approfondisce il tema del fragile nesso che si stabilisce tra realtà e finzione, contraffazione e autenticità, utilizzando insieme tre strumenti autorevoli e credibili: il documentario, il sito web e la ricostruzione fedele di un salotto. Anche la serie Chronicles of Crime si avvale di diversi stili di rappresentazione e di estetica visiva, dai film noir a Bollywood, dai mass-media al fotogiornalismo fino ad arrivare alla pittura classica. Con vaghi riferimenti alle vicende di leggendari criminali malesi e alle loro vittime, questa serie di fotografie in bianco e nero riproduce alcune tipiche scene del crimine. Questi tableaux vivants, slegati rispetto allo svolgimento di una vicenda, non hanno però nessuna valenza storica e la benché minima attendibilità visiva; sono del tutto artificiosi, emblematici della vischiosità tra il reale e l’immaginario, tra un vissuto traumatico e la sua replica estetizzante. Riguardano essenzialmente le pause e le tensioni che intercorrono tra il prima e il dopo, prima e dopo il crimine, prima e dopo la morte, la decisione e il suo compimento. Nel video a due canali Suburbia: Subang Jaya, Bukit Beruntung, Wong Hoy Cheong esplora le contraddizioni delle moderne periferie urbane. L’inconsueto punto di vista – la telecamera è montata su una sedia a rotelle e su una macchina elecomandata – sembra chiedere uno sforzo a guardare il mondo che ci circonda in modo diverso da quello abituale. Strade di periferie deserte, con i negozi chiusi e le case abbandonate, si contrappongono a quelle di Subang Jaya, illuminate dalle luci di negozi e centri commerciali. Le une come le altre appartengono allo stesso luogo: un mondo creato per il profitto e per il consumo, in cui l’essere umano è sempre più alienato.

Asian Dub Photography

14 dicembre | 1 marzo 2009

Vai alla mostra >

Wong Hoy Cheong

Last Supper, 2006
fotografia dalla serie Chronicles of Crime
stampa digitale
84 x 120 cm
© l’artista

Wong Hoy Cheong

Swimming Pool, 2006
fotografia dalla serie Chronicles of Crime
stampa digitale
84 x 120 cm
© l’artista

Wong Hoy Cheong

Carpark, 2006
fotografia dalla serie Chronicles of Crime
stampa digitale
84 x 120 cm
© l’artista

Wong Hoy Cheong

Mandi Bunga – Bath of Flowers, 2006
fotografia dalla serie Chronicles of Crime
stampa digitale
84 x 120 cm
© l’artista

Wong Hoy Cheong

Re:Looking, 2002-03
installazione, sito web, single channel video

30’39”

© l’artista

Wong Hoy Cheong

Re:Looking, 2002-03
installazione, sito web, single channel video

30’39”

© l’artista

Wong Hoy Cheong

Re:Looking, 2002-03
installazione, sito web, single channel video

30’39”

© l’artista

Wong Hoy Cheong

Re:Looking, 2002-03
installazione, sito web, single channel video

30’39”

© l’artista

Wong Hoy Cheong

Re:Looking, 2002-03
installazione, sito web, single channel video

30’39”

© l’artista

Wong Hoy Cheong

Suburbia: Bukit Beruntung, Subang Jaya, 2006
video proiezione a due canali, 5’51”
© l’artista

Wong Hoy Cheong

Suburbia: Bukit Beruntung, Subang Jaya, 2006
video proiezione a due canali, 5’51”
© l’artista

 

Wong Hoy Cheong

Suburbia: Bukit Beruntung, Subang Jaya, 2006
video proiezione a due canali, 5’51”
© l’artista