Francesca
Lazzarini

Laureata in Sociologia all’Università La Sapienza di Roma lavora nel mondo della fotografia dalla fine degli anni Novanta, quando avvia un percorso artistico al quale affianca nel tempo attività critico-curatoriali che dal 2008 divengono la sua principale occupazione. Dal 2007 collabora alla nascita e allo sviluppo di Fondazione Fotografia Modena, progetto al quale lavora full time sino al 2012 occupandosi di formazione, editoria, residenze e curatela di progetti speciali. In quegli anni contribuisce alla realizzazione di diverse pubblicazioni tra le quali: Daido Moriyama. Visioni del Mondo (Skira, 2010), Walter Niedermayr. Appearances (Skira, 2011), Edward Weston (Skira, 2012). Cura inoltre le collane relative alle collezioni della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e mostre quali Three True Stories. Zanele Muholi, Ahlam Shibli, Mitra Tabrizian, con Claudia Fini e Filippo Maggia (2013), Luz Maria Bedoya. Esercizi di Utopia (2012), Mounir Fatmi. Linguaggi costituenti (2011), Are you a lucky artist? (2010). Dal 2013, come curatrice free lance, lavora a mostre e progetti culturali in collaborazione con istituzioni pubbliche e private, italiane ed estere. Tra i progetti più recenti l’installazione d’arte pubblica Rose of the Winds, di Nayari Castillo e Kate Howlett-Jones (2014), in collaborazione con il Comune di Trieste e la Regione Stiria, e le mostre Francesca Rivetti. Breath Keepers e Cult of Personality, presso l’MLZ Art Dep di Trieste (2014). Convinta che le pratiche video-fotografiche siano strumenti fondamentali per attivare nuovi processi di significazione, concentra il suo lavoro sul contributo che possono dare all’azione di re-immaginazione del mondo. A partire da questo presupposto ha partecipato a seminari e conferenze in Italia e all’estero e dal 2011 è docente e tutor presso il Master di alta formazione sull’immagine contemporanea.

Master

Cultura visuale

Percorsi in una collezione
1° anno di corso





DOCENTI ANNO ACCADEMICO 2018-2019

DOCENTI DAL 2011