Olivier
Richon

È nato a Losanna nel 1956. Ha studiato Film e Arti Fotografiche presso il Politecnico di Londra, sotto la guida di Victor Burgin. Nel 1980 ha ricevuto un Honours Degree  in Film e Arti fotografiche e nel 1988 un master in Filosofia per un progetto su Esotismo e Rappresentazione. Dal 1985 al 1993, ha insegnato Studi di fotografia alla Scuola d’arte di Derby, mentre dal 1993 al 1997 all’Università di Westminster. Al momento, è professore e  dirige il Programma di fotografia al Royal College of Arts.

Una monografia dedicata al suo lavoro Allegories è stata pubblicata da Steidl nel 2006. L’editore che ha curato la pubblicazione era Ute Eskildsen, ex Curatore di Fotografia al Folkwang Museum di Essen. Nel 2013, l’opera Punks, una serie di ritratti documentaristici realizzati tra il 1976 e il 1977 in collaborazione con Karen Knorr, è stata pubblicata da Gost. Richon sta ora completando Walker Evans: Kitchen Corner, Alabama 1936, un libro dedicato a una singola fotografia che sarà pubblicato da Afterall, one work series.

Tra le recenti esibizioni delle sue opere si ricordano Fotografia Contemporanea dall’Europa Nord-occidentale, Fondazione Fotografia, Modena (2015); Anima Mundi, Max Lust Gallery, Vienna (2015); Vers le Neutre group show curato da Francette Pacteau, Centre d’Art et de Photographie, Lectoure, Francia (2015); Waren und Wissen (Objects of Desire), Artisti impegnati con il rapporto con la collezione etnografica, Weltkulturen Museum, Francoforte (2014); Acedia, Ibid Londra (2013); Another London, Tate Britain (2012); Signs of struggle, Photography in the Wake of Postmodernism Victoria and Albert Museum (2011).

Richon è rappresentato da Ibid. London & Los Angeles.

Seminari

The opinion of things: still life, allegory and photography

22 - 23 - 24 gennaio 2016