Paolo
Bernabini

Paolo Bernabini lavora come fotografo presso la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Ravenna, Ferrara, Forlì-Cesena e Rimini dal 1999 e ha partecipato come autore a numerose esposizioni personali e collettive tra le quali:

2013 Cahier de voyage, dal 24 maggio al 9 giugno, Galleria Argentica, Ravenna

2012A Luigi e Paola Ghirri, Fin dove può arrivare l’infinito?”  Rubiera dal 12 maggio

2009 Da Guarene all’Etna 1999 2009 , 

2008, Situational Sites: luoghi come situazioni e comportamenti, Mantova, Palazzo Te, dal 9 febbraio al 9 marzo (a cura di Manuela Zanelli; catalogo Edizioni Publi Paolini, Mantova)

2006 – 2007, BariphotoCamera: uno scatto per l’economia, dal 15 dicembre 2006 al 13 gennaio 2007, Bari, Sala Murat (con il patrocinio della Camera di Commercio di Bari; catalogo Edizioni Motta, Milano)

2005 – 2006, Mediterranea, Bari, Pinacoteca Provinciale, dal 17 dicembre 2005 al 5 marzo 2006

2004, Da Guarene all’Etna 02/03, Palermo, Civica Galleria d’Arte Moderna, dal 10 luglio al 30 agosto (a cura di Filippo Maggia); Comunità, Premio Internazionale d’Arte Ermanno Casoli – VII edizione -, Serra San Quirico (AN), dal 3 luglio al 4 settembre (a cura di Valerio Dehò)

2003 – 2004, Modena per la fotografia, l’idea di paesaggio nella fotografia italiana dal 1850 ad oggi, Modena, Palazzo Santa Margherita e Palazzina dei Giardini, dal 23 novembre 2003 al 25 gennaio 2004 (catalogo Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo-Milano); Immagini del nostro tempo. Fotografie dalla collezione Sandretto Re Rebaudengo, Valencia, IVAM (Institut Valencia d’Art Modern), dal 2 ottobre 2003 al 6 gennaio 2004 (catalogo Edizioni Nepente, Milano)

2003, La vita delle forme. Fotografie, disegni e grafiche da Picasso a Warhol, Modena, Galleria Civica Palazzo Santa Margherita, dal 19 settembre al 9 novembre; Da Guarene all’Etna, Guarene d’Alba (CN), Palazzo Re Rebaudengo, dal 24 maggio al 6 luglio (Fondazione Sandretto Re Rebaudengo; a cura di Filippo Maggia; catalogo Edizioni Nepente, Milano)

2002 – 2003, Exit – Nuove geografie della creatività italiana, Torino, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, dal 18 settembre 2002 al 6 gennaio 2003

2002, Da Guarene all’Etna, dal 6 febbraio al 10 marzo, Venezia, Padiglione Italia -Giardini di Castello 2001,Strategies, Salisburgo Austria, Rupertinum Museum für moderne Kunst, dal 16 ottobre al 25 novembre; Mediterranea n. 2, Dubrovnik, Croazia, Fortezza Revelin, dal 20 agosto al 10 ottobre; Strategies, Bolzano, Museo d’Arte Moderna e Contemporanea, dal 22 giugno al 2 settembre; Da Guarene all’Etna, Milano, Galleria Gruppo Credito Valtellinese – Refettorio delle Stelline, dal 5 giugno al 28 luglio; Volontà antropiche, Prato, Galleria Dryphoto, dal 2 giugno al 13 luglio; Strategies, Kiel, Germania, Kunsthalle, dal 18 marzo al 13 maggio (catalogo Edition Oehrli, Zürich);Spring, Milano, Galleria Laura Pecci, dal 29 marzo al 31 maggio

2000 – 2001, Paesaggi fluttuanti. Artisti fra pittura e fotografia, Oropa (BI), Santuario di Oropa, dal 17 dicembre 2000 al 25 febbraio 2001 (catalogo Edizioni Charta, Milano); Raccolta della Fotografia Contemporanea – Nuove acquisizioni 1997-2000, Modena, Palazzo Santa Margherita, Sala Grande, dal 29 ottobre 2000 al 7 gennaio 2001 (a cura della Galleria Civica di Modena)

2000, àc-qua, Portfolio in Piazza, Savignano sul Rubicone (RN), Vecchia Pescheria, dal 15 settembre al 21 settembre (con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura di Savignano sul Rubicone); Da Guarene all’Etna, Modena, Palazzina dei Giardini 20 Febbraio – 26 Marzo 2000

1999 – 2000, Da Guarene all’Etna, Taormina (ME), Ex Chiesa del Carmine, dal 18 dicembre 1999 al 21 gennaio 2000 (a cura della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo)

Immagini fotografiche e installazioni sono entrate a far parte di collezioni pubbliche e private fra le quali: Galleria Civica di Modena; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino; Pinacoteca di Bari; Collezione Castelli; Collezione Malerba; Collezione Casoli.

Master

Pratiche artistiche

Capovolto e rovesciato. Fotografare con il banco ottico
1° anno di corso