12-13 aprile 2014, 14 giugno 2014

Workshop

INDAGINE SULLA REALTÀ

Workshop con Vincenzo Castella

next
workshop

INDAGINE SULLA REALTÀ

Il workshop di Vincenzo Castella mira ad analizzare l’intero processo di produzione di un progetto d’indagine sul reale – dalla definizione concettuale alla sua realizzazione -a partire da un paragone: la fotografia è simile alla tracceologia forense. Quest’ultima è una pratica adottata nell’ambito delle scienze investigative e studia i segni che i materiali registrano sulle superfici. Per l’artista italiano – che da anni indaga le città, le loro trasformazioni e i cambiamenti percettivi ad esse associati – il linguaggio fotografico è in grado di decifrare e scrivere l’identità di un luogo partendo dall’interpretazione delle tracce in esso sedimentate. Nella prima parte del corso Castella svilupperà il parallelo tra fotografia e scienza forense e analizzerà le implicazioni legate all’idea di fotografia come documento. Le opere da lui realizzate in oltre trent’anni di carriera, insieme ai lavori di altri artisti, forniranno esempi sia a sostegno del ragionamento teorico, sia relativi a questioni di metodo. Nel corso del workshop saranno inoltre presi in esame aspetti legati alla scelta di obiettivi, pellicole e dispositivi di ripresa, poiché anche il fotografo, come ogni scienziato forense, deve essere in grado di scegliere accuratamente gli strumenti più idonei a svolgere la sua indagine. Grazie ad un’uscita in esterni, verranno infine esplorate le potenzialità e le caratteristiche del banco ottico, dispositivo tra i più accurati nel registrare le tracce nel reale.

Quando

12-13 aprile 2014, 14 giugno 2014


Dove

Via Giardini 160, Modena


Costo

350 Euro


scarica la scheda di iscrizione
Termini

Il workshop prevede un numero minimo di 7 e massimo di 16 partecipanti.
Le iscrizioni avvengono per ordine di arrivo, fino ad esaurimento posti.


Modalità di iscrizione

La scheda di iscrizione va inviata via e-mail all'indirizzo 
formazione@fondazionefotografia.org


Attrezzature e materiali richiesti

- macchina fotografica;

- portfolio stampato o in formato digitale;

- computer portatile (facoltativo).





Vincenzo
Castella

1952, Napoli

Vincenzo Castella vive a Milano e dal 1975 usa la fotografia a colori. Nel 1998 inizia a lavorare a una serie di immagini sugli edifici e realizza ipotesi di narrazione visiva sulla complessità del tessuto e dell’intreccio delle città, producendo grandi stampe a colori da film di grande e grandissimo formato. La sua ricerca è basata sull’indagine dei concetti di distanza e dislocazione, a cui si aggiunge una particolare attenzione nei confronti delle possibilità identitarie dei materiali della fotografia. Dal 2006 costruisce installazioni video tratte da grandi negativi fotografici. “Cronache da Milano”, realizzato nel 2007-08, viene presentato ad Art Unlimited – Basel nel 2009. Nello stesso anno realizza “About Town”, sulla relazione tra due quartieri di Amsterdam. I movimenti di lettura della fotografia restituiscono un insieme disambiguo sulle relazioni del visibile e dell’ invisibile nella vita della città.

Docenze

INDAGINE SULLA REALTÀ