25-26 ottobre 2014

Workshop

PRATICHE DELL’ARTE COME POETICA CIVILE

Workshop con Francesco Jodice

next
workshop

PRATICHE DELL’ARTE COME POETICA CIVILE

Dopo aver esplorato le potenzialità di video e fotografia quali strumenti di indagine sociale nel workshop dello scorso anno, Francesco Jodice dedica il nuovo appuntamento a Modena all’analisi del rapporto tra la pratica della fotografia contemporanea e il ruolo culturale che la figura del fotografo e dell’artista assumono oggi nella società.

Durante le due giornate saranno presentati e discussi numerosi lavori e progetti di diversa natura: da un lato i lavori di autori ed artisti riconosciuti che utilizzano la fotografia e le video-culture come dispositivi di ricerca e di racconto del reale, dall’altro immagini e documentazioni “vernacolari”, cioè prodotte da reporter improvvisati che hanno stabilito un diverso rapporto con la fotografia, il video e le nuove tecnologie in genere. Verranno prese in esame anche questioni formali allo scopo di ragionare sulla natura del linguaggio fotografico attuale in relazione ai nuovi usi della fotografia contemporanea. Saranno inoltre analizzate le diverse strategie di destinazione e restituzione delle fotografie e delle video-culture in genere, come l’utilizzo di internet o dei luoghi urbani come nuovi spazi per “l’installazione” dei nostri lavori, allo scopo di intercettare nuovi interlocutori, non esclusivamente legati al mondo dell’arte e della cultura fotografica. Una breve lettura dei portfolio fornirà ai partecipanti lo spunto per realizzare ricerche fotografiche o video personali, che potranno essere sottoposte all’artista tramite email.

Quando

25-26 ottobre 2014


Dove

Via Giardini 160, Modena


Costo

350 Euro


scarica la scheda di iscrizione
Termini

Il workshop prevede un numero minimo di 6 e massimo di 16 partecipanti.
Le iscrizioni avvengono per ordine di arrivo, fino ad esaurimento posti.


Modalità di iscrizione

La scheda di iscrizione va inviata via e-mail all'indirizzo formazione@fondazionefotografia.org


Attrezzature e materiali richiesti

- portfolio stampato e in formato digitale;
- computer portatile (facoltativo).





Francesco
Jodice

1976, Napoli

Francesco Jodice è nato a Napoli nel 1967. Vive a Milano. La sua ricerca artistica indaga i mutamenti del paesaggio sociale contemporaneo, con particolare attenzione ai fenomeni di antropologia urbana e alla produzione di nuovi processi di partecipazione. I suoi progetti mirano alla costruzione di un terreno comune tra arte e geopolitica, proponendo la pratica artistica come poetica civile. Insegna al Biennio di Arti Visive e Studi Curatoriali e al Master in Photography and Visual Design presso NABA – Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. È stato tra i fondatori dei collettivi Multiplicity e Zapruder.
Ha partecipato a grandi mostre collettive come Documenta, la Biennale di Venezia, la Biennale di São Paulo, la Triennale dell’ICP di New York, la seconda Biennale di Yinchuan e ha esposto al Castello di Rivoli (Torino), alla Tate Modern (Londra) e al Prado (Madrid). Tra i suoi progetti principali ci sono l’atlante fotografico What We Want, un osservatorio sulle modi cazioni del paesaggio in quanto proiezione dei desideri collettivi, l’archivio di pedinamenti urbani The Secret Traces e la trilogia di film sulle nuove forme di urbanesimo Citytellers. I suoi lavori più recenti – Atlante, American Recordings e Sunset Boulevard – esplorano i possibili scenari futuri dell’Occidente.

Docenze

PRATICHE DELL’ARTE COME POETICA CIVILE




Altri Workshop

8-9-10 marzo 2019

LA PRATICA DELL’ARTE COME POETICA CIVILE

Workshop con Francesco Jodice
19 | 20 gennaio 2013

Socialscape investigations

Workshop con Francesco Jodice
12 | 13 maggio 2012

Socialscape investigation

Workshop con Francesco Jodice

Seminari

After the west. Fotografie e urbanesimo sul finire dell'occidente.

11 | 12 gennaio 2013

Socialscape Investigation

28 | 29 gennaio 2012

Rough cut

7 e 8 marzo 2014

Dalla videoteca