Giulia
Di
Michele

1996, Canosa di Puglia (BT)

Nasce in Puglia e sin da quando aveva quattordici anni inizia a scattare foto “rubando” la macchina fotografica della sorella. Vista la sua passione comincia a studiare i grandi maestri della fotografia e a frequentare diversi workshop in giro per l’Italia.

Consegue il diploma di maturità classica a Cerignola e ad ottobre del 2015 si trasferisce a Modena per frequentare il master di alta formazione sull’immagine contemporanea di Fondazione Fotografia.

PIANETA 19 (2016)

La parola chiave della mia ricerca è “atmosfera”. Il titolo Pianeta 19 da una parte si riferisce a qualcosa di reale e fisico come i pianeti, accomunati dalla presenza dell’atmosfera, dall’altra evoca il ricordo di corpi celesti immaginari immersi in un’atmosfera irreale. Questo progetto racconta la capacità della luce e delle esperienze personali di trasformare la realtà in qualcosa di nuovo. Il nero che circonda l’immagine rappresenta il punto di connessione tra realtà e immaginazione che permette di immergersi in un nuovo universo visivo.

 

LOCUS DUPLEX (2017)

 

Da un lato la città desolata, cantiere a cielo aperto, dall’altro un volto che nega la visione del suo sguardo.

Il viso celato porta a interrogarsi sulla città vuota che perde ogni tratto di realtà.

Si crea così una corrispondenza visiva tra la presenza umana e lo spazio urbano, che a vicenda si influen­zano.

È l’esperienza umana, intensa e a tratti traumatica, che prende il sopravvento e trasforma la città in un luogo carico di tensione e al tempo stesso impalpa­bile.

Il campo d’indagine della ricerca è ciò che rimane quando tutto è accaduto: una percezione diversa, uno sguardo altro che spazia sui muri di una città – possi­bile solo se narrata attraverso questi occhi.

In questo senso il titolo Locus Duplex riflette la dupli­cità tra spazio concreto e spazio mentale, possibile e irreale.

Opere

Giulia Di Michele, Locus Duplex, 2017, C print
Giulia Di Michele, Locus Duplex, 2017, C print
Giulia Di Michele, Locus Duplex, 2017, C print
Giulia Di Michele, Pianeta 19, 2016, stampa inkjet, 70×100 cm