Giulia
Fini

1995, Modena

SOMEWHERE (2016)

Da qualche parte, soli, perduti in un luogo sconosciuto, un luogo che è sia fuori che dentro se stessi.
Le immagini sono come i ricordi di un sogno: sfocate, senza dettagli, sfuggono via.
La necessità perenne di ricerca si personifica nei movimenti della luce, che danza nel buio.
Luce e ombra non possono vivere l’una senza l’altra, si contaminano a vicenda continuamente: l’oscurità sporca la purezza della luce che a sua volta squarcia l’oblio delle tenebre.

Il video Somewhere intende indagare questi aspetti, così come l’ambivalenza dell’animo umano: tutti hanno un lato oscuro e nessuno è completamente privo di luce, ma ognuno può decidere cosa mostrare di sé, se ne è in grado.

Il buio può schiacciare e opprimere, nascondere le nostre più grandi paure. Può anche essere un mondo di possibilità e di silenzi: un modo di vedere senza aprire gli occhi, in quegli abissi in cui ci si addentra raramente. La notte lascia segni profondi, non sempre felici ma in ogni caso indelebili, come cicatrici che non svaniscono mai.

FINDING BEAUTY IN IMPERFECTION (2015)

La natura è un modo per trovare la mia pace interiore e un modo per riflettere sulla vita. È la fuga dalla vita di città che mi risucchia e mi risputa fuori intontita. Mi basta passare un giorno nella natura per stare bene, per ritrovare me stessa, quella persona migliore, per sentire la forza della vita scorrermi nelle vene. Assorbo le energie della natura che mi circonda e mi fondo con essa. Nelle mie immagini cerco un ordine ben preciso, calma e tregua dal mio caos interiore e da quello del mondo esterno. È per me come trovare il buono in una mela marcia. È un mondo che mi attira a sé inevitabilmente, un rifugio, una seconda madre.

È come mostrare le mie ossa e le mie interiora, come se esponessi la parte più vulnerabile di me: le mie paure, le mie debolezze e tutti i miei difetti. Questo lavoro non è un lavoro sulla natura ma un lavoro su di me e sul mio rapporto con la realtà attraverso essa. Tutte le mie imperfezioni e le imperfezioni della realtà, quello che non riesco a ottenere, le speranze illuse, insomma la vita.

Questo è per me la natura, un modo per cercare di cambiare me stessa e il mondo.

Opere

Giulia Fini, Somewhere, 2016, still da video
Giulia Fini, Somewhere, 2016, still da video
Giulia Fini, Finding beauty in imperfection, 2015, stampa inkjet
Giulia Fini, Finding beauty in imperfection, 2015, stampa inkjet