Simone
Bulgarelli

1991, Carpi (MO)

Nasce a Soliera in provincia di Modena nel 1991. Consegue il diploma di perito meccanico all’istituto tecnico industriale L. Da Vinci di Carpi. Successivamente trascorre tre anni come impiegato tecnico presso un’azienda metalmeccanica di Soliera.

L’interesse per la fotografia è sempre stata presente, dalle prime Polaroid fino ad arrivare al RAW.

La passione diventa professione quando inizia a lavorare come fotografo sportivo presso varie manifestazioni e successivamente diventa fotografo ufficiale della Handball Carpi.

Sfruttando questi eventi riesce a perfezionare la tecnica e affinare la tecnica della fotografia digitale.

Dopo molti anni da autodidatta cerca di approfondire la conoscenza artistica della fotografia inscrivendosi al master di Fondazione Fotografia.

SPAZIO ALTRO (2016)

Questa ricerca nasce dalla considerazione che spesso ci viene inculcata la percezione di un oggetto solamente attraverso regole già prestabilite, che conseguentemente ci conducono ad un bivio.

Possiamo essere totalmente sottomessi alle regole del sistema tramandatoci e da noi stessi accettato, oppure creare una resistenza all’interno dell’ordine imposto.

Nello sviluppo della mia ricerca ho cercato un luogo in cui lo spazio potesse abbattere il tempo, diventando indipendente nei confronti delle circostanze, uno spazio completamente autonomo in cui, ho potuto mettere a confronto quelle che sono le regole del gioco e tutte le indeterminate possibilità che si possono sviluppare. Il mio unico potere era la gestione del tempo.

Si è così verificato e sviluppato un rapporto di tenacia e invenzioni che mi hanno permesso di portare un semplice oggetto all’interno di una nuova dimensione completamente indipendente e incoerente rispetto allo spazio.

ASPHYXIATION (2015)

Questo progetto, ancora in fase di produzione, è un’analisi introspettiva, attraverso immagini ricavate da foto scattate da me in un passato recente, e con tutt’altra funzione rispetto al desiderio di esprimere e sfogare i miei stati d’animo. Tutto nasce dalla necessità di dare sfogo a un mio sentimento di disorientamento, che con il tempo mi ha sottratto sempre più aria, fino a farmi sentire come intrappolato.
Cercando quindi di analizzare me stesso, ho scoperto che la strada perfetta per rappresentare questi sentimenti, fosse quella di tornare indietro e analizzare maniacalmente le fotografie da me eseguite durante alcune partite di pallamano, fino ad entrarci dentro.
Sono scaturite queste immagini che raccontano il mio disordine, il senso di soffocamento ma anche la mia voglia di uscire e di abbattere queste pareti che non mi permettono di respirare.

Opere

Simone Bulgarelli, Spazio altro, 2016, stampa inkjet
Simone Bulgarelli, Spazio altro, 2016, stampa inkjet
Simone Bulgarelli, Spazio altro, 2016, stampa inkjet
Simone Bulgarelli, Spazio altro, 2016, stampa inkjet
Simone Bulgarelli, Asphyxiation, 2015, stampa inkjet
Simone Bulgarelli, Asphyxiation, 2015, stampa inkjet
Simone Bulgarelli, Asphyxiation, 2015, stampa inkjet